Informazioni

Maria Alice Maurina, per tutti Alice, nasce a Bressanone, in provincia di Bolzano, il 24 marzo 1982. Da bambina è piuttosto chiusa, isolata, poco amante della compagnia dei coetanei: per ore e ore si perde nei testi dei libri per bambini e nelle loro illustrazioni. A scuola è brava anche se non le piace andarci e preferirebbe essere istruita a casa. Già fin d’ora si leggono i primi vaghi sintomi della sindrome di Asperger che le sarà diagnosticata in età adulta.

In terza media perde il papà dopo una lunga malattia e questo evento segnerà tutta la sua vita futura. La sua tendenza all’isolamento e alla solitudine cresce in maniera parossistica, complice anche una situazione familiare molto complicata, con due fratelli adolescenti tossicodipendenti e spacciatori e una casa in cui la figura paterna è assente. E’ in questo periodo che Alice comincia a scrivere in maniera quasi compulsiva, soprattutto poesie e abbozzi di romanzi fantasy. Si diploma al Liceo Classico Arcivescovile di Trento nel giugno 2002.

Da allora, mentre la sua situazione familiare si stabilizza e i fratelli si allontanano da casa, Alice tenta svariate carriere lavorative e comincia e abbandona due facoltà. Infine, a ventiquattro anni, comincia a lavorare nel negozio di famiglia, un grande punto vendita di abbigliamento e articoli per la casa. Nel frattempo sviluppa una passione quasi morbosa per lo sport, praticandone moltissimi spesso in contemporanea e applicandosi soprattutto nelle arti marziali e nel nuoto.

Mentre il lavoro non le dà soddisfazioni e non riesce a praticarlo mai a tempo pieno, altrettanto non si può dire per la scrittura e l’arte. Coltiva anche la passione per il disegno, che la porta a cominciare, nell’ottobre del 2011, l’Accademia Comics di Arti Figurative e Digitali, a Brescia, per diventare illustratrice. Completa l’Accademia in tre anni con grandi soddisfazioni e apprendendo moltissime cose sulle varie tecniche di disegno. Da allora frequenta molto spesso un gruppo di amici bresciani e comincia a illustrare le storie che scrive.

La prima saga fantasy di cui ha ben chiaro l’inizio, lo svolgimento e la conclusione, ‘Il Guardiano delle Chiavi’, viene cominciata nella primavera del 2018. 

Nel giugno 2020 viene pubblicato il suo libro ‘Io mi chiamo Giordi’, dalla Casa Editrice Delmiglio di Verona. E’ un testo per adulti e bambini di cui Alice cura sia il testo sia le illustrazioni, che illustra la sindrome di Asperger attraverso le peripezie di un bambino di dieci anni.